Feed RSS

Archivi categoria: Uncategorized

Obbligo di annunciare i posti vacanti nell’agricoltura dal 1.1.2020

Inserito il

A partire dal 1° gennaio 2020 sarà abbassata al 5 per cento la soglia del tasso di disoccupazione dei generi professionali che, in base all’articolo 53a dell’Ordinanza sul collocamento, sono soggetti all’obbligo di annuncio.

La Nomenclatura svizzera delle professioni 2000 (NSP 2000) è stata oggetto di profonda revisione in vista dell’abbassamento del valore soglia per l’obbligo di annuncio. Ora la Nomenclatura svizzera delle professioni CH-ISCO-19 pone le basi per la determinazione delle professioni soggette a obbligo di annuncio.

Ne consegue che dal 1.1.2020 tutti i datori di lavoro che impiegano manodopera agricola (frutticoltura, orticoltura, viticoltura, allevamento di bestiame, campicoltura, ecc.) sono soggetti all’obbligo di annuncio dei posti vacanti.

L’obbligo di annunciare i posti vacanti si applica sia per il personale indigeno sia per il personale straniero, qualunque sia la procedura di notifica o di autorizzazione.

Per ulteriori INFO clicca sull’immagine sottostante.

 

Ricerca fondi per un particolare progetto di caseificio in Valle di Blenio

Inserito il

 

Per maggiori dettagli: https://wemakeit.com/projects/eine-quantenkaeserei

 

Auguri di Buon Natale!

Inserito il

Misure per attenuare gli effetti della siccità

Inserito il

Acconto pagamenti diretti 2018

Inserito il

Parco del Piano di Mgadino: dentro o fuori?

Inserito il

Il video che ha convinto i soci di Agrifutura che alla domanda “Parco del Piano: dentro o fuori?”, la risposta più logica e sensata è senz’altro “Dentro”. Come in passato gli agricoltori, ma non solo loro, sono stati in primo piano nell’ardua bonifica, anche oggi collaborando con spirito propositivo e non distruttivo sarà possibile contributire alla costruzione del nuovo Parco del Piano e cogliere le innumerevoli opportunità che esso sarà capace di offrire.

 

Acconto pagamenti diretti 2017

Inserito il

Serata pubblica sulle neofite invasive

Inserito il

serata-neofite-claro

Serata BioTicino sulla “Tracciabilità genetica del lupo”

Inserito il

tracciabilita-lupo

Giornata cantonale del latte 2016

Inserito il

giornata del latte

Buon Anno!

Inserito il

Buon Natale !

Inserito il

 

Tanti Auguri di Buon Natale a tutti gli agricoltori e alle loro famiglie!

Aziende d’estivazione e siccità

Inserito il

A causa del perdurare della siccità e sulla base dell’esperienza acquisita durante la situazione analoga del 2003, la Sezione dell’agricoltura informa che per ovviare in parte alla carenza di foraggio si può:

·         ricorrere al pascolo o allo sfalcio di superfici per la promozione della biodiversità, più precisamente dei prati estensivi, di quelli poco intensivi o rivieraschi nonché delle strisce inerbite;

·         apportare maggiori quantità di foraggio di base nelle aziende d’estivazione rispetto a quelle normalmente consentite (p.es. 50 kg di foraggi essiccati o 140 kg di foraggi insilati).

Conformemente alle Istruzioni dell’Ufficio federale dell’agricoltura, le aziende colpite dalla siccità che intendono usufruire di suddette misure, devono comunicarlo alla Sezione dell’agricoltura per iscritto entro 10 giorni (cfr. l’art. 106 dell’Ordinanza sui pagamenti diretti) indicando le superfici che vuole falciare o pascolare o le quantità e il tipo di foraggio che vuole portare sull’azienda d’estivazione. La domanda verrà trattata prioritariamente e emessa la relativa autorizzazione.

Per chiarimenti, si prega di prendere contatto con l’Ufficio dei pagamenti diretti ai seguenti numeri telefonici: 814.35.63 / 32 / 58 / 60.

Bellinzona, 27 luglio 2015

Informazione importante per chi ha richiesto il Contributo per la Produzione di latte e di carne basata sulla superficie inerbita (PLCSI)

Inserito il

PLCSI 1

PLCSI 2

Riunione informativa sull’Allegato 8 OPD

Inserito il

allegato 8 riunione

Iscrizioni alla gita Agrifutura a Expo 2015

Inserito il

iscrizione expo

Sequestro degli apiari ad Astano, Bedigliora, Novaggio e Sessa.

Inserito il

apiari

Giovedì 9 aprile 2015 – ore 19.00 – Dibattito agricolo preelettorale all’Auditorium di BancaStato

Inserito il

dibattito

In memoria di Angelo Frigerio

Inserito il

Il mondo agricolo è in lutto per la scomparsa di

ANGELO FRIGERIO

(Ul Sciùr Maestru)

per moltissimi anni voce amica all’Ora della Terra, nonché segretario agricolo cantonale e parlamentare. Persona amica, retta e amabile.

Agrifutura esprime le proprie condoglianze ai famigliari.

Buona Pasqua!

Inserito il

Identificazione degli apiari

Inserito il

apiari 1apiari 2

In memoria di Nella Mozzini Walter

Inserito il

Agrifutura è vicina ai famigliari, in particolare al marito Silvano e al figlio Roberto con le rispettive famiglie, per la scomparsa di

 

Nella Mozzini Walter

 

e porge le più sentite condoglianze.

Nella Mozzini

Buon Natale !

Inserito il

OPINIONE – I ticinesi vogliono questo Parco!

Inserito il

La raccolta in meno di 2 mesi di quasi 15’000 firme per l’iniziativa popolare “Spazi Verdi per i nostri figli” non può lasciare indifferenti i nostri politici. La salvaguardia del territorio ed un suo uso sostenibile godono senza dubbio dell’appoggio di moltissimi ticinesi. L’iniziativa farà il suo corso e certamente il popolo dovrà pronunciarsi in merito. Ma, già in questi giorni, i politici del nostro Cantone avranno l’occasione di dimostrare di essere sulla medesima lunghezza d’onda della popolazione e di chi ha firmato l’iniziativa “Spazi Verdi”. L’importantissimo banco di prova è costituito dall’istituzione del Parco del Piano di Magadino sulla quale il Gran Consiglio si pronuncerà proprio mercoledì o giovedì prossimi. Un progetto la cui elaborazione ha necessitato di diversi anni ed ha comportato l’ampio coinvolgimento di tutta una serie di attori. Così, Comuni, Associazioni, Enti ed operatori del territorio hanno concordato assieme al Cantone un modo condiviso da tutti per riuscire a dare un futuro sostenibile ai circa 2’500 ettari del Piano di Magadino. Un futuro fatto in primis di attività agricola, ma anche di tutela di spazi naturali e di fruizione da parte di turisti e della popolazione per il proprio svago. Non è stato sicuramente facile mettere d’accordo tutti, ma, oggi, in un contesto geografico limitato come il nostro Cantone, è impensabile portare a compimento qualsiasi progetto di ampia portata senza percorrere la strada del consenso fra tutti gli attori in campo. Proprio per questo, il Gran Consiglio, se dirà di SÌ al Parco del Piano di Magadino, dimostrerà di approvare in primis la metodologia scelta per giungere alla sua istituzione. Cioè dirà SÌ alla via della concertazione, l’unico modo per assicurare a questo Cantone uno sviluppo qualitativo non solo su questo, ma anche su altri fronti.

.

Giovanni Berardi – Presidente di Agrifutura

Esame di diploma cantonale per gestore aziendale nel campo delle professioni agricole ed Esame di diploma cantonale Casaro d’Alpe

Inserito il

diplomo agrari decs

Siluro leghista sul Parco del Piano di Magadino

Inserito il

siluro 1

siluro 2

siluro 3

In memoria di Luciano Paparelli

Inserito il

Agrifutura è vicina ai congiunti per il decesso dell’alpatore e socio

 

Luciano Paparelli

 

ed esprime le proprie condoglianze.

Recupera i contributi per la qualità del paesaggio!

Inserito il

Buone notizie sul fronte dei pagamenti diretti per gli agricoltori ticinesi.

Sembravano irrimediabilmente persi i 2,5 milioni di franchi di contributi per la qualità del paesaggio assegnati al Ticino per il 2014. Infatti, al contrario di quanto avvenuto in diversi altri Cantoni (dove i contadini riceveranno i contributi già nel 2014), l’amministrazione cantonale non ha presentato progetti per la qualità del paesaggio sul territorio ticinese ad eccezione di un unico progetto “pilota” in Valle Verzasca. Le altre regioni ticinesi beneficeranno di tali contributi nella migliore delle ipotesi solo a partire dal 2015, a meno che…

Ora però è spuntata all’ultimo minuto una soluzione pratica e poco onerosa che permette agli agricoltori ticinesi di recuperare i contributi anche per il 2014. Possono tirare un sospiro di sollievo, oltre che i contadini, anche i funzionari dell’amministrazione cantonale che potranno evitare la figuraccia per non essersi preparati per tempo alle modifiche nella politica agricola federale entrate in vigore il 1. gennaio 2014.

In concreto, la pratica soluzione ha come perno la neocostituita Associazione Ticinese per il Recupero di contributi (ASSORETI).

 

assoreti

Cliccando sul logo di ASSORETI potete accedere al sito web attivato proprio oggi dove si possono ottenere tutte le informazioni di dettaglio.

i migliori formaggi d’alpe ticinesi del 2013

Inserito il

formaggi immagine

formaggiFonte: LaRegione Ticino del 14 ottobre 2013.

Agrifutura si complimenta con i casari e i gestori d’alpe premiati

e con tutti coloro che hanno partecipato.

Boschi, uomini e animali (Documentario di Bruno Bergomi) – Domenica 20 ottobre 2013, ore 20.40 RSI LA1

Inserito il

STORIE

Boschi, uomini e animali

bosco

RSI   LA 1 – Domenica 20 ottobre  2013 ore 20.40

 Clicca sull’immagine per vedere l’anteprima.

Quattro personaggi legati al bosco ci raccontano la loro relazione con l’ambiente e le loro sensazioni sull’arco delle quattro stagioni.

Un ingegnere forestale di sessant’anni Roberto Buffi, del locarnese, è orientato sempre più verso uno sviluppo naturale della foresta. Andrea Guglielmetti è il forestale responsabile del settore del Basso Mendrisiotto e grande appassionato di fotografia. Ha immortalato i boschi di casa nostra ma anche le foreste del Nord America. Patrizia Acquistapace, venticinque anni, è una giovane forestale e prima e unica donna istruttrice degli apprendisti in campo selvicolturale della Svizzera. Venanzio Terribilini di Vergeletto è un capo guardiacaccia in pensione. La sua relazione con il bosco è legata soprattutto agli animali selvatici: predatori e selvaggina.

Quattro storie sul bosco, all’interno dei boschi, in un documentario di Bruno Bergomi. Quattro letture diverse di una risorsa naturale importante per il nostro paese, sotto tutti i punti di vista: della protezione e dello svago, dell’aspetto economico e di quello ecologico. Le storie sono accompagnate da poesie interpretate da Angelo Frigerio, “Ul sciur Maestru”.

In studio a Storie, lo scrittore italiano Tiziano Fratus, autore del libro “Manuale del perfetto cercatore di alberi”.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: