Feed RSS

Archivi categoria: solidarietà

Ricerca fondi per un particolare progetto di caseificio in Valle di Blenio

Inserito il

 

Per maggiori dettagli: https://wemakeit.com/projects/eine-quantenkaeserei

 

Serata informativa “Collocamento nelle aziende agricole di disoccupati e richiedenti l’asilo”

Inserito il

serata lavoro

Sfratto di Bosco Gurin: rivedi la tramissione di Patti Chiari

Inserito il

patti chiari

Clicca sul logo di Patti Chiari per rivedere la trasmissione di ieri sera. Il servizio intitolato “Sfrattati dalla stalla”, dopo un berve lancio all’inizio, prosegue dal minuto 37:00.

Sfratto di Bosco Gurin: lungo articolo di LiberaTV

Inserito il

stalla arcioni

Clicca sulla foto per leggere il lungo e dettagliato articolo di LiberaTV.ch sulla vicenda Arcioni di Bosco Gurin.

Sfratto di Bosco Gurin: venerdì, puntata speciale di Patti Chiari

Inserito il

patti chiari

Della vicenda della famiglia Arcioni, alla quale “è stata ordinata l’immediata espulsione dalla stalla, se necessario da effettuarsi con l’ausilio della polizia”, come riportato nei documenti ufficiali, ora si interessa anche la Radiotelevisione della Svizzera italiana con la trasmissione “Patti Chiari”. Una puntata speciale è prevista questo venerdì. Clicca sul logo di Patti Chiari  qui sopra per saperne di più.

Inoltre, sulla questione si registra pure una tiepida presa di posizione dell’UCT (clicca sul testo in rosso per leggerla).

Sfratto di Bosco Gurin: la tensione sale

Inserito il

 bosco_1

Di seguito vi proponiamo una breve rassegna stampa degli ultimi avvenimenti concernenti lo sfratto della famigli Arcioni a Bosco Gurin (clicca sul testo in rosso per leggerli).

Uno sfratto intollerabile

Inserito il

In relazione alla notizia dello sfratto della famiglia Arcioni di Bosco Gurin (notizia riportata dal portale Ticinonline e pure dal sito della Radiotelevisione della Svizzera italiana) di seguito pubblichiamo la presa di posizione integrale di Agrifutura.

capre arcioni

Uno sfratto intollerabile!

Crediamo che a memoria di agricoltore, mai in Ticino si sia assistito allo sfratto di una famiglia contadina e di tutto il loro bestiame nel bel mezzo dell’inverno. E, ironia della sorte, men che meno nel villaggio situato alla maggiore altitudine di tutto il Canton Ticino, dove d’inverno si possono avere anche 2-3 metri di neve. Il primo pensiero va alle persone toccate alle quali esprimiamo la nostra piena solidarietà. Se necessario, saremo al vostro fianco anche con un presidio per impedire questa assurdità. A questo proposito è utile ricordare che qualsiasi legge agricola tiene conto delle particolarità del settore e, ad esempio, fa coincidere la fine di un contratto con un termine primaverile o autunnale, ovvero all’inizio o alla fine della stagione, ma mai in pieno inverno! In secondo luogo, rivolgiamo un appello al proprietario, che fra l’altro è un ex-dirigente dell’Unione Contadini Ticinesi e attualmente insegna alla scuola agraria di Mezzana, affinché valuti da vero signore la situazione e conceda più tempo per sistemare tutta la vicenda che si risolverà con la costruzione della stalla della famiglia Arcioni. Fra l’altro, un atto di signorilità a questo stadio non farebbe altro che confermare la fama degli agricoltori come persone in grado di risolvere col dialogo reciproco e bonalmente anche le situazioni più intricate. Terza e ultima considerazione: gli aspetti giuridico-amministrativi dovranno in futuro essere al centro dell’attenzione della consulenza agricola e della Sezione dell’agricoltura. Una situazione contrattuale chiara evita conflitti. A che serve conoscere in dettaglio le norme di concimazione dei prati, se poi gli agricoltori inciampano sulle questioni giuridico-amministrative? E, purtroppo, anche a causa della specificità del settore agricolo e delle innumerevoli leggi che lo reggono, in Ticino di avvocati delle cause perse in questo ambito ne esistono molti. E anziché risolvere le situazioni, le aggrovigliano.

 

Giovanni Berardi – Presidente di Agrifutura

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: