Feed RSS

Archivi categoria: danni maltempo

Strategia lupo: pace fatta fra allevatori, cacciatori e ambientalisti

Inserito il

Ha sorpreso un po’ tutti, giornalisti per primi, la convocazione congiunta di una conferenza stampa da parte della Federazione svizzera degli allevatori di ovini, di Caccia Svizzera, del WWF e di Pro Natura. E infatti la sala era piena di rappresentanti di organi di informazione. Ma cosa volevano dire all’opinione pubblica queste associazioni così diverse fra loro? Hanno presentato la “dichiarazione di pace” sul tema ritorno dei grandi predatori elaborata e sottoscritta da tutte e quattro le organizzazioni.

Leggi la notizia con tutti i dettagli apparsa sullo Schweizer Bauer.

Ecco (riassunti) i punti dell’accordo raggiunto:

1. In Svizzera esistono numerosi ambienti in cui, nonostante un utilizzo umano, vive una fauna indigena. In questi ambienti si può assitere al ritorno di grandi predatori.

2. L’allevamento sostenibile di bestiame da reddito e il loro alpeggio sono forme di sfruttamento del territorio che apportano prestazioni di interesse generale (approvvigionamento sicuro, mantenimento di basi produttive, cura del paesaggio e occupazione decentrata del territorio).

3. La caccia in Svizzera è orientata secondo criteri di sostenibilità. È un contributo alla regolazione degli effettivi di selvaggina e alla prevenzione di danni al bosco e all’agricoltura.

4. I gruppi di interesse coinvolti (caccia, protezione dell’ambiente e allevamento ovino) collaborano assieme in modo costruttivo e finalizzato alla ricerca di soluzioni. In caso di conflitti che riguardano i grandi predatori, l’allevamento e la caccia, essi sono pronti a ricercare soluzioni condivise e orientate al senso pratico e al compromesso.

Annunci

La pioggia un toccasana per l’agricoltura

Inserito il

Il freddo e i parassiti

Inserito il

Fra gli effetti positivi del lungo periodo di freddo polare che sta per lasciarci ve n’è uno molto interessante. I parassiti di recente apparizione provenienti dall’Asia o dai tropici potrebbero essere andati incontro a una vera e propria decimazione con conseguente miglioramento della situazione per diverse patologie. Per contro gli organismi autoctoni sarebbero già in qualche modo abituati a situazioni del genere.

Lo affermano alcuni ricercatori in questo articolo apparso sul portale di SF Online.

Che sia giunta l’ora per il famigerato cinipede del castagno e di altri insetti nocivi?

Anche l’insalata tiene bene

Inserito il

Il freddo fa paura all’agricoltore?

Inserito il

Oggi gli organi di informazione fanno un gran parlare del freddo e delle conseguenze nei più disparati campi. E l’agricoltura? Avrà di nuovo di che lamentarsi? No di certo! Come dimostra il positivo articolo apparso oggi sul Giornale del Popolo.

Le temperature gelide compromettono la vitalità della vite?

Inserito il

Temperature ampiamente sotto lo zero in questi giorni. Ma il freddo siberiano può arrivare a compromettere la vitalità dei ceppi di vite? Danni si possono avere a partire da periodi prolungati a – 17/18° C, ma se la vite non è “dormiente” potrebbero verificarsi piccoli inconvenienti localizzati che impongono una verifica al risveglio delle gemme.

È quanto sostiene un interessante articolo apparso su TeatroNaturale.it.

Freddo siberiano in arrivo

Inserito il

A partire da mercoledì è previsto l’arrivo di una sacca di freddo estremo. La massa d’aria è registrata in partenza dagli Urali a – 34°C a 1500 m.s.m. In Ticino sono attesi valori anche al di sotto dei – 10°C e per diversi giorni le temperature non saliranno al di sopra degli 0°C.

Anche se la neve offre una certa protezione, consigliamo a tutti gli agricoltori di approfittare di questi ultime ore prima del freddo polare per verificare le protezioni delle condotte d’acqua e per approntare una strategia di intervento in caso di necessità (sgelamento abbeveratoi, motor starter per motori diesel, controllo temperatura nelle serre, ecc.).

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: